Cerca

YOGA NIDRA

Lo Yoga Nidra, letteralmente “yoga del sonno”, è una tecnica di origine tantrica creata ed adattata dal maestro Swami Satyananada Saraswati che ha, tra gli effetti più importanti, quello di indurre un completo rilassamento fisico, mentale ed emotivo.


Ma facciamo un passo indietro: cosa significa veramente rilassarsi e perché è così importante?


Satyananda era ben consapevole di quanto fosse cambiato lo stile di vita dell’uomo moderno e di quanto esso tendesse, nel suo quotidiano, a disperdere energia su tutti i livelli. I ritmi frenetici e sempre più competitivi, il senso di precarietà e l’allontanamento dalla natura, sono stati sicuramente i fattori principali che hanno spostato l’attenzione dell’essere umano sulla sfera materiale dell’esistenza, trascurando le altre. Siamo di fronte oggi a nuovi disagi e a nuove malattie dovuti allo stress e allo squilibrio che tutto questo comporta, insieme al cambiamento di ideali nell’uomo, nel suo modo di sentire e pensare.


Secondo Satyananda, il problema, la causa maggiore dei disturbi dell’uomo moderno, deriva dalla tensione e solo sapendo come liberarsi da essa, allora è possibile risolvere i problemi della vita e ristabilire una relazione sana con le proprie emozioni e con il proprio corpo, recuperando quindi la propria condizione di benessere.


Quali “tensioni” considerare?

La filosofia yogica, individua tre tensioni specifiche:

  • MUSCOLARI: in relazione al corpo, al sistema nervoso e a squilibri di tipi endocrino;

  • EMOTIVE: sono le più difficili da rimuovere poiché spesso non siamo capaci di esprimere liberamente e apertamente le nostre emozioni. Spesso ci rifiutiamo di riconoscerle e così finiamo per reprimerle, radicando tensioni profonde;

  • MENTALI: sono il risultato di un’eccessiva attività mentale e di tutte le esperienze registrate dalla nostra coscienza.

Dopo una lunga giornata di lavoro, di infinite commissioni da sbrigare e di imbottigliamenti nel traffico, l’immagine ideale di rilassamento è generalmente quella di arrivare a casa e buttarsi sul divano! Sicuramente pensiamo che rilassarci sia qualcosa di semplice, come sdraiarsi e chiudere gli occhi.

Se però non ci liberiamo dalle tensioni fisiche, emotive e mentali non saremo mai rilassati, ma otterremo solo una (provvisoria) sensazione di benessere generale. Anche il sonno talvolta non è sufficiente: quando pensieri e preoccupazioni dimorano o attraversano la nostra mente, non è raro svegliarsi tesi e già stanchi.

Per potersi rilassare completamente, è necessario liberare le tensioni interne del corpo, delle emozioni e della mente.


La pratica di Yoga Nidra è un metodo efficace per rimuovere tutte queste tensioni




“…..rilassamento non significa sonno. Rilassamento significa essere beatamente felici, senza fine. Io chiamo beatitudine il rilassamento assoluto.”

Swami Satyananda Saraswati


Questa pratica costituisce una forma di riposo psichico e fisiologico più rigenerante del sonno normale (una sessione di Yoga Nidra equivale a diverse ore di sonno!); in Yoga Nidra, la coscienza è in uno stato tra la veglia ed il sonno, ma essa non è soggetta a nessuno dei due.

Durante questa pratica si appare come addormentati, ma la coscienza funziona ad un livello di consapevolezza più profondo, facendosi “permeabile”. Nella psicologia moderna, questo stato viene chiamato “ipnagogico” ed è qui che la mente è eccezionalmente recettiva. Nello stato indotto da Yoga Nidra infatti, non solo ci rilassiamo, ma ristrutturiamo e ci riformiamo dall’interno, attraverso uno stato di coscienza in cui le suggestioni impresse danno buoni risultati nel rimuovere abitudini o tendenze desiderate. Da qui deriva la grande potenzialità trasformativa di questa pratica: ci permette, infatti, di poter intervenire sulla nostra mente, apportando impressioni creative e positive utili per la nostra vita e per i nostri obiettivi ideali, rimuovendo anche quegli ostacoli che normalmente impediscono le nostre riuscite o il nostro benessere.


Come la mitologica fenice, con ogni sessione di Yoga Nidra facciamo ordine e pulizia per rinascere nuovamente, con risultati stabili e duraturi.


IL SEME DEL CAMBIAMENTO: il Sankalpa


La chiave per rendere la pratica di Yoga Nidra funzionale ed efficace è il sankalpa: parola di origine sanscrita che si può tradurre come “proposito” o “ risoluzione”. Costituisce un mezzo potente per poter rimodellare la nostra personalità e dare nuove e positive direzioni alla nostra vita. Se sapete cosa desiderate, il sankalpa può aiutare a creare la strada per raggiungerlo.

Volete mettere in piedi un sogno nel cassetto da tempo, realizzarvi in un certo ambito, interrompere un vizio o un’abitudine (per esempio fumare) o guarire un particolare disturbo? Il sankalpa sarà l’espressione di questo determinato desiderio: il seme che ognuno di noi può creare e piantare nel (fertile) terreno della propria mente e che potrà poi crescere nella vita reale.


Lo scopo del sankalpa è di influenzare e trasformare l’intera direzione della propria esistenza, non solo ad un livello fisico ma anche mentale, emotivo e spirituale”

Swami Satyananda Saraswati

Per avere successo, il sankalpa, ha bisogno di essere seminato con grande forza di volontà e di sentimento, operando quei cambiamenti interni affinché si possano creare ed aprire le strade necessarie perché questo possa realizzarsi.



LA PRATICA


E’ una pratica che generalmente può durare dai venti ai quaranta minuti. Si esegue da sdraiati, lasciandosi guidare dalla voce di chi conduce la sessione e che volta, volta, darà istruzioni. Non si tratta di concentrarsi su qualcosa o meditare, ma solo di ascoltare le indicazioni per poi seguirle mentalmente.


Seguendo le istruzioni della persona che ti sta guidando in Nidra è possibile aprire la porta della tua personalità”

Swami Satyananda Saraswati


Nonostante vi siano numerose varianti, generalmente una sessione si suddivide nelle seguenti fasi:

  1. PREPARAZIONE: ci si sdraia in savasana (posizione a pancia in su, con braccia e gambe divaricate) predisponendosi a seguire le indicazioni di chi guida la sessione;

  2. SANKALPA: formulazione del proprio proposito attraverso una breve frase mentale. E’ personale e non dovrebbe mai venire cambiato prima di aver raggiunto l’obiettivo prefissato.

  3. ROTAZIONE DI COSCIENZA: è un aspetto fondamentale della pratica che non coinvolge alcun movimento fisico. Attraverso la voce di chi giuda, viene indotto uno stato di introspezione con profondo rilassamento di mente e corpo. La coscienza si direziona in questa fase verso l’interno, grazie ad un progressivo e sistematico ritrarsi della percezione del mondo sterno.

  4. CONSAPEVOLEZZA DEL RESPIRO: in questa fase, il praticante mantiene semplicemente l’attenzione sulla propria respirazione, senza modificarla o forzarla.

  5. RILASSAMENTO DELLE SENSAZIONI E DELLE EMOZIONI: alcune sensazioni intensamente fisiche o emotive vengono stimolate o risvegliate dalla voce di chi conduce la sessione, per poi venire rimosse.

  6. VISUALIZZAZIONE: in questa fase finale, il praticante visualizza le immagini nominate o descritte dalla guida.

  7. CONCLUSIONE: si ritorna al sankalpa, al proprio proposito, per riaffermarlo con fiducia e determinazione. Il praticante verrà infine riportato gradualmente a ricontattare l’esterno, tornando allo stato di veglia.


CHI PUO’ PRATICARE YOGA NIDRA e QUALI SONO I BENEFICI?


Yoga Nidra può essere praticato da tutti, anche da persone che non fanno yoga e che non hanno nessuna esperienza con pratiche di meditazione. Non è necessario nessun requisito e la sensazione di benessere è immediata.


Lo yoga Nidra è una tecnica semplice che può migliorare la qualità della vita, tanto che può essere praticata per i seguenti scopi:

  • profondo rilassamento generale;

  • per curare insonnia, ansia e depressione;

  • ringiovanimento fisico e psicologico;

  • disturbi psicosomatici;

  • disagi psicologici;

  • auto-conoscenza e sviluppo interiore;

  • esplorazione della mente.



LE PROPOSTE DI SARVAYOGA


Il nostro Centro ospita regolarmente sessioni di Yoga Nidra a cui possono accedere anche persone esterne che non frequentano abitualmente i nostri corsi.


Le pratiche di Yoga Nidra vengono condotte da una guida esperta e ciò che rende esclusiva la nostra proposta, è la possibilità di poter fare esperienza di varianti inedite sul territorio italiano.


Puoi trovare le date dei nostri eventi in calendario, direttamente QUI


Se hai dubbi o curiosità su questa pratica, contattaci e saremo ben liete di rispondere alle tue domande e di fornirti maggiori dettagli!

187 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti